Al Municipio XI la segnaletica stradale arcobaleno che preoccupa il sindaco Alemanno – Galleria fotografica


“Il Municipio Roma XI e l’Associazione Equality Italia, grazie al sostegno e alla collaborazione del Consigliere della Regione Lazio Enzo Foschi, in occasione del Gay Pride 2012, presenteranno cartelli stradali e strisce pedonali Arcobaleno che saranno installati presso le sedi istituzionali del territorio”., si legge in una nota
“Il nostro Municipio – dice il presidente Andrea Catarci – persegue un programma culturale ben preciso. Per noi i diritti civili e di libertà individuale sono elementi che contribuiscono al benessere concreto delle nostre cittadine e cittadini, per questo insistiamo nell’accompagnare azioni sociali, interventi territoriali e strutturali, con iniziative anche simboliche, che rammentino a tutti che la nostra amministrazione è inclusiva e rispettosa di tutte le differenze e aspirazioni”.
“Con questo gesto di grande significato simbolico – afferma Carla Di Veroli, assessora alle Pari Opportunità – il Municipio Roma XI, dopo aver istituito i registri del Testamento Biologico e delle Unioni Civili, intende dimostrare la propria sensibilità sul tema dei diritti delle persone omosessuali, ribadire la propria vicinanza alle giuste rivendicazioni della Comunità GLBT e il rifiuto di ogni forma di discriminazione e di violenze come quelle che si sono verificate negli ultimi giorni nella città di Roma”.
“Abbiamo proposto all’XI Municipio questa iniziativa – sottolinea Aurelio Mancuso presidente Equality Italia – perché ci sembra il miglior modo di esprimere visivamente la gioia delle persone lgbt, dopo secoli nel buio della clandestinità, di essere finalmente visibili, alla luce del sole, mostrando tutti i colori del rainbow. La nostra rete, che si impegna per l’ottenimento dei diritti civili di tutte e di tutti, vuole esprimere anche la necessità che le persone si sentano coinvolte in prima persona nel difendere le conquiste del passato e promuoverne di nuove. Segnalare con le strisce e i cartelli colorati la ricorrenza del Pride, significa per noi legare tante volontà per un unico scopo: costruire una società che riconosca tutte le differenze”.
“Nel mio ruolo istituzionale – conclude Enzo Foschi Consigliere Regione Lazio – più volte ho sollevato la necessità che in tutta la Regione sia attiva una politica contro ogni forma di discriminazione, anche a fronte di sempre più numerosi episodi di violenza che si sono dovuti registrare sia a Roma e sia in altre province. In questo senso sto predisponendo una proposta di legge regionale contro l’omofobia e di intervento fattivo per rimuovere tutte le cause che si frappongono affinché tutti i cittadini siano tutelati e possano vivere in serenità e sicurezza. All’incontro parteciperanno esponenti istituzionali e dell’associazionismo tra cui Amedeo Fadda Portavoce Roma e Lazio Equality Italia e Guido Allegrezza, noto esponente del Movimento GLBT di Roma”.

EQUALITY ITALIA: ALEMANNO INVECE DI PREOCCUPARTI DELLE STRISCE RAINBOW FAI QUALCOSA SULLE AGGRESIONI OMOFOBE

Questa mattina Equality Italia, insieme Andrea Catarci  e Carla Di Veroli presidente e assessora alle Pari Opportunità dell’XI° Municipio Roma e Enzo Foschi, Consigliere Pd della Regione Lazio, ha inaugurato le strisce e le segnaletiche rainbow predisposte nelle due sedi dell’istituzione romana. Si tratta di un segno, ad alcuni giorni dal Pride cittadino, che vuole esprimere la necessità di costruire una società inclusiva e rispettosa delle differenze. All’inagurazione ha partecipato, tra gli altri, Guido Allegrezza militante gay violentemente picchiato alcuni giorni fa. All’amministrazione Alemanno consigliamo invece di chiedere informazioni sulla liceità delle strisce rainbow, che sono state poste all’interno del Municipio poiché il codice della strada vieta strisce colorate lungo le vie attraversate da auto, di esser ugualmente sollecita a predisporre concreti strumenti di contrasto di ogni tipo di violenza e aggressione in ragione della  nazionalità, genere, religione, orientamento sessuale  e identità di genere. Ci sembra incredibile che si reagisca a un’iniziativa sociale e culturale di questo tipo con la richiesta di immediate spiegazioni agli organi competenti municipali, e si sia colpevolmente inerti rispetto alle continue aggressioni omofobiche.

Aurelio Mancuso presidente Equality Italia

Amedeo Fadda portavoce Roma e Lazio Equality Italia

[nggallery id=19]

Share